Benvenuti in ATE CLINICS! COVID-19: seguiamo tutti i protocolli previsti per una visita in sicurezza e senza rischi.

TORINO, BEINASCO, CAMBIANO

TECNOLOGIA

A TE  abbiamo riservato servizi e tecnologie all’avanguardia

TAC CONE BEAM (TAC 3D)

TAC CONE BEAM (TAC 3D)

La Tac Cone Beam è uno speciale macchinario che, in odontoiatria, serve a realizzare un esame, a scopo diagnostico, in 3D di sezioni del massiccio facciale, generando un’immagine tridimensionale grazie alle radiazioni acquisite da un sensore digitale ed elaborate da un computer.

Uno dei vantaggi della Tac Cone Beam è sicuramente il fatto che, attraverso un’unica scansione, è possibile ricavare anche informazioni “radiografiche” classiche come la tradizionale panoramica e, al contempo, è possibile studiare i seni paranasali e l’articolazione temporo mandibolare.

È da ritenersi opportuna nel caso in cui sia necessaria l’estrazione di elementi dentali inclusi sia nell’adulto che nel bambino; ma anche permette di valutare la qualità e la quantità ossea disponibile, per esempio.

La TAC CONE BEAN è un aiuto fondamentale nei casi di interventi in implantologia e sopra tutto in quella implantologia avanzata a carico immediato.

TELERADIOGRAFIA DEL CRANIO

La teleradiografia del cranio permette di ottenere un’immagine che restituisce all’odontoiatra una visione d’insieme dell’anatomia della testa per capire, per esempio, se la posizione reciproca delle arcate dentarie è corretta e se i denti sono nella posizione corretta rispetto alle ossa. La teleradiografia del cranio consente di pianificare trattamenti correttivi in caso di problemi come malocclusioni e morsi inversi. Tutti i pazienti possono tranquillamente essere sottoposti alla teleradiografia del cranio, eccezion fatta per le controindicazioni classiche dell’esposizione ai raggi X: quindi le donne in stato di gravidanza.
Teleradiografia del cranio
15 1

CHIRURGIA COMPUTER GUIDATA

La chirurgia computer guidata permette di eseguire, principalmente, interventi di implantologia in modo meno invasivo, meno doloroso e più rapidamente rispetto agli interventi “convenzionali”.

La chirurgia computer guidata utilizza esami radiologici in 3D e con l’uso di un software specifico ad essi collegato e di mascherine chirurgiche realizzate con tecniche automatizzate (CAD-CAM) che guidano l’inserimento degli impianti nell’osso con metodologia flapness, ovvero senza tagli, riducendo così considerevolmente l’infiammazione dei tessuti.

Di solito, si esegue in maniera virtuale l’intervento chirurgico, per poter valutare senza rischi tutti gli aspetti della chirurgia effettiva.

PANORAMICA DENTALE

La panoramica dentale, detta anche ortopantomografia, è un esame radiografico eseguito grazie ad un macchinario che si chiama ortopantomografo, che consente di studiare le arcate dentarie, i seni e le ossa mascellari e la struttura ossea delle articolazioni temporo-mandibolari (ATM).

Nello specifico, la panoramica dentale si dimostra molto utile per rivelare la presenza di carie dentali, ma non solo: permette di scoprire patologie delle gengive, come la parodontite, e anche lesioni ai tessuti interni del dente e a carico delle ossa mascellari, come cisti.

La panoramica dentale permette inoltre di scoprire l’eventuale presenza di denti inclusi; denti, cioè, che non hanno “conquistato” la loro corretta collocazione all’interno della bocca (per esempio i denti del giudizio).

13 1
sedazione

SEDAZIONE COSCIENTE

Sedazione cosciente: trattasi di una tecnica di natura anestesiologica, che ha l’obiettivo di indurre una condizione di rilassamento, attraverso diversi farmaci somministrati da un medico specialista.

Qual è il risultato della sedazione cosciente? Come dice il nome, il paziente resta cosciente ma, di solito, non avverte alcun dolore e, nella maggior parte dei casi, ricorda poco o nulla dell’intervento in questione. Anche piccoli disagi che possono avvenire dopo l’intervento vengono decisamente ridotti con l’utilizzo di farmaci come il cortisone, antinfiammatori ed altri. 

Un aspetto molto importante della sedazione cosciente: non implica la perdita dei riflessi protessi, come la capacità di mantenere la respirazione autonoma e di rispondere in modo corretto a stimoli fisici e ai comandi verbali.

SCANNER INTRAORALE

Lo scanner intraorale permette di realizzare un’impronta dentale digitale: grazie a questo macchinario possiamo dare vita ad un’unica immagine in 3D che raccoglie tutti i dati sull’anatomia del paziente e, nel dettaglio, su osso, gengive e altri tessuti del cavo orale. La scansione delle arcate dentali, e l’impronta digitale che ne scaturisce, è alla base della pianificazione dei trattamenti odontoiatrici, soprattutto quelli di natura implantologica e ortodontica. Qual è il vantaggio dello scanner intraorale?
  • Procedura meno invasiva: viene eliminato il contatto con la famosa “pasta” per le impronte dentali
  • Tempi ridotti, bastano 5 minuti
  • L’impronta digitale dentale è molto più precisa di quella tradizionale.
scanner
20

SALA RITOCCHI

La sala ritocchi è il luogo in cui il protesista si occupa di ridefinire i manufatti protesici all’occorrenza: questo permette di accorciare le tempistiche del trattamento, proprio perché la protesi dentale non viene inviata continuamente al laboratorio odontotecnico.

STANZA DI STERILIZZAZIONE

La stanza di sterilizzazione ha un ruolo importantissimo all’interno dell’organizzazione e dei protocolli di uno studio dentistico. La stanza, o sala, di sterilizzazione ha la funzione, principalmente, di zona di raccolta, pulizia e disinfezione di tutti quanti gli strumenti che poi utilizzeranno gli odontoiatri. Non solo: è adibita anche all’imbustamento e alla sigillatura di tali strumenti, in modo tale da poterli sterilizzare e poi distribuirli.
sala sterilizzazione ateclinics